3a Categoria: Borgo San Pancrazio

6 giornata del campionato di Terza Categoria Girone A (Verona)
Primo esame per Mister Gladich, squadra e staff tecnico, che sono chiamati a rispondere presente in quel di Porto San Pancrazio su uno dei campi più ostici di tutta la stagione. La sfida vede di fronte due delle tre squadra al momento in testa alla classifica a pari punti.

La formazione : in porta Albertini; in difesa da destra verso sinistra Iodice,De Fazio,Brunelli,Menghin; A centrocampo vertice basso Bertasini (st.Pompele), ai suoi lati Toffali e Passilongo (st. Valentini), vertice alto Griso dietro alle due punte Conti e Castelli.

A disposizione: Andreetto, Lorenzini, Fattori, Giovannetti, Pompele,Valentini, Caloi, Rugolotto, Carmagnani.

Fischio d’inizio e subito Il Noi la Sorgente prova a riversarsi in attacco. Il campo di gioco peró si presenta in condizioni pessime che non favoriscono il giro palla dell’NLS, squadra che predilige un possesso palla a terra.
In mezzo al campo inizia sin da subito una vera e propria battaglia tra giocatori, con il direttore di gara che lascia ,forse troppo spesso, correre su contrasti duri e al limite.
Il gioco delle due squadre è pressoché inesistente per buona parte del primo tempo con protagonisti i soli duelli in mezzo al campo.
Il primo brivido della partita arriva sempre da bomber Conti che ,lanciato direttamente verso la porta da portier Albertini,trova la deviazione del portiere avversario con palla che sbatte sul palo.
Vengono sventolati i primi cartellini, sino a quel momento dimenticati dall’arbitro nella sua fondina.
Sullo sviluppo di una punizione contro peró il Noi la Sorgente è sfortunato e viene infilato da un tap-in dopo un’azione molto confusa in area di rigore. 1-0.
Capitan Brunelli invita i suoi compagni a tenere la testa alta e a provare a riprendere subito in mano la partita.
Si vedono un paio di verticalizzazioni interessanti con protagonisti Griso e Castelli, ma il gol sembra non voler arrivare.
Uno scontro proibito tra Brunelli e un avversario infiamma la partita.
Il capitano della compagine in maglia gialla , cade a terra dopo uno scontro aereo e l’avversario nella ricaduta lo colpisce con i tacchetti sul volto. Per l’arbitro non c’è nulla.
Si chiude un primo tempo pieno di tensione e agonismo con il Noi la Sorgente mai veramente pericoloso.

Il secondo tempo inizia con la classica verticalizzazione immediata di prof. Bertasini alla ricerca degli esterni, sino a quel momento costretti a battagliare senza riuscire ad apportare qualità e quantità alla manovra offensiva.
Passano meno di 5 minuti e il Noi La Sorgente si fa male da solo.
Sullo sviluppo di una rimessa laterale la difesa si fa trovare impreparata, De Fazio sbaglia il tempo dell’uscita e manda l’attaccante avversario a tu per tu con il portiere. Albertini compie un mezzo miracolo deviando il pallone quanto basta per farlo sbattere sul palo, ma sulla respinta si presenta per primo l’estremo offensivo del Borgo San Pancrazio che mette dentro indisturbato.
Furioso mister Gladich che rammenta ai suoi giocatori maggior attenzione e cattiveria agonistica.
Parziale ora pesante, 2-0, in una partita davvero difficile.
Il Borgo San Pancrazio attua una vera e propria caccia all’uomo, entrando sistematicamente in ritardo sul portatore di palla.
Questo atteggiamento innervosisce ulteriormente la partita.
Ne fa le spese il malcapitato Griso, vittima di una brutta entrata da dietro da parte di uno dei “gatti” bianchi-viola.
Espulsione diretta e Borgo in 10.
Entrano Valentini e Pompele per Bertasini e Passilongo.
Il Noi la Sorgente prova allora a pieno organico a trovare il gol.
Ci riesce col solito bomber Conti ,sin qui maltrattato dalla difesa avversaria, che segna su rigore.
2-1 e partita riaperta.
La caccia all’uomo resta peró aperta e il ritmo partita ne risente a causa delle continue interruzioni arbitrali.
A 10’ dal termine il Noi la Sorgente trova il gol della rimonta, sempre con l’insaziabile Conti abile a trovare la deviazione decisiva su corner battuto da Griso. 2-2.
Quindi assedio totale NLS che dopo una seconda espulsione ai danni del Borgo San Pancrazio vuole provare il colpaccio.
Non è lucida peró la squadra di mister Gladich che pecca di esperienza e si fa prendere dalla troppa frenesia, non riuscendo così a sfruttare la superiorità numerica.
Rischia prima su una ripartenza in contropiede per un disimpegno sbagliato a centrocampo, con Toffali che prova a fermare fallosamente l’azione senza riuscirci. L’arbitro dopo aver lasciato correre per il vantaggio lo espelle per somma di ammonizioni.
Ultimi attimi di gara quando De Fazio prova l’ultima giocata della gara, regalando peró palla agli avversari, che verticalizzano immediatamente. È Miracoloso Albertini! Uscito dalla propria area di rigore si lancia a tutta velocità sul pallone spedendolo in fallo laterale con un intervento in scivolata.
Triplice fischio. Borgo San Pancrazio 2-2 Noi La Sorgente.

Una partita difficile, a tratti complicatissima per alcuni reparti.
Ci volevano più malizia e determinazione su certe occasioni.
Risultato comunque positivo per come si era messo il match. Testa della classifica persa senza troppo amaro in bocca. La squadra ha dimostrato di potersi battere alla pari con le squadre più forti. Ora al lavoro per domenica prossima. Obbiettivo: Vincere!

Giovanni Maria Bonomo