Home » News » Intervista al bomber Conti

Intervista al bomber Conti

Ventiquattro gol stagionali,
quarantaquattro nel complesso da quando calca i campi di categoria. Media praticamente di un gol a partita per Francesco Conti, attaccante classe 1998 della Noi La Sorgente.

Centravanti di movimento
completo, non è la classica
punta d’area, ma possiede le
stigmate dell’attaccante moderno, in quanto è dotato di una grande intelligenza tattica che gli permette di fare da collante tra i reparti offensivi.
Velocità, inserimento ed un inequivocabile cinismo sotto porta.

Francesco inizia in prima elementare. «Ho esordito al Pozzo, poi mi sono spostato al San Giovanni Lupatoto, dove sono cresciuto. Ho disputato campionati regionali, Juniores élite. In seguito sono tornato a Pozzo, dove ho fatto un anno di Juniores e metà stagione in prima squadra».

Infine, nel 2019 il passaggio e la consacrazione alla Noi La Sorgente. La squadra di Ennio Giacomelli attualmente occupa il quarto posto nel girone A di Terza categoria, a
soli quattro punti dalla vetta. Stagione importante per una formazione che è composta da più di trequarti di ragazzi la cui media età si aggira sui
ventidueanni «Stiamo disputando un’ottima stagione. A livello di acquisti il gruppo è rimasto principalmente quello dell’anno scorso, a cui abbiamo aggiunto giocatori che ci danno una mano sul piano dell’esperienza, forse un po’ il tallone d’Achille della squadra».

Un normale percorso di crescita quello dei gialloblu, i cui
ostacoli sono perlopiù rappresentati dalla giovane età, la cui inesperienza può portare a incidenti di percorso.
«Su questo il mister ha fatto e sta facendo un gran lavoro, partendo dal fatto che per tanti giocatori si tratta del primo anno in categoria», spiega Conti. «Ci sta insegnando un po’ la
giusta cattiveria della categoria, a impegnarsi sempre. In allenamento e partita che sia. Ci sta aiutando a trovare continuità, che è quello che ci serve». I numeri non mentono e Conti non si nasconde «Se sono contento? Sicuramente mi fa piacere. Ma io quando segno sono sollevato, non sono contento. Perché so di aver fatto il mio. Sono contento quando vedo che ho dato l’apporto alla squadra per vincere, quello si. Se la squadra
gioca bene, i gol vengono di
conseguenza».

Francesco finisce sulla lista dei candidati per il secondo anno di fila: «L’anno scorso facevo coppia con Griso, quest’anno sono soddisfatto di essere nuovamente in lista e spero di poter dire la mia, anche se so che la concorrenza è spietata». «A tal proposito», conclude Conti, «ci tengo a ringraziare la società per l’opportunità, ma soprattutto la mia famiglia, che mi sostiene e mi aiuta da sempre».